Giornate Nazionali A.D.S.I. – maggio 2014

Cortili-Aperti-20141_

“Cortili Aperti” è una manifestazione che si svolge da molti anni, nellambito delle Giornate Nazionali A.D.S.I.; nel 2014 la Sezione Lazio ha in programma di aprire al pubblico 15/20 cortili di Dimore Storiche romane.

 

In alcuni cortili saranno ospitati per la prima volta degli artigiani, che esporranno le loro realizzazioni e daranno delle dimostrazioni della loro attività. Prevediamo di coinvolgere 30 artigiani, quasi tutti già confermati. Vi saranno marmisti (marmorari, diciamo a Roma), restauratori, doratori, stuccatori, laccatori, corniciai, vetrai, ceramisti, bronzisti, argentieri, orologiai, mosaicisti, pittori a incausto. Roma, malgrado la crisi che ne ha decimato i ranghi, offre ancora un variegato panorama artigianale.

 

Tutti hanno espresso straordinario entusiasmo e disponibilità. Solo quattro hanno declinato linvito, ma solo perché purtroppo cesseranno la loro attività prima di maggio! Questo è preoccupante: intere strade che una volta erano costellate di botteghe, ora sono desolatamente vuote o trasformate nellennesima “movida” romana. E successo in una decina danni, un fenomeno velocissimo.

 

Mancano i giovani, costo del lavoro eccessivo, affitti cari, tasse. Molti chiudono, qualcuno si trasferisce in periferia. E avvenuto e continua ad avvenire nellindifferenza dei pubblici amministratori. Qualcuno resiste con successo: c’è chi è particolarmente bravo, oppure chi reinventa il mestiere diventando piccolo imprenditore; alla bottega aggiunge un negozio dove vende le proprie realizzazioni e i clienti possono vedere ed entrare nel laboratorio; studia, conosce le tendenze, usa il web, guarda allestero. Alcuni affiancano alle produzioni tradizionali oggetti di design prodotti in casa. La cosa più incoraggiante labbiamo sentita da un argentiere: basta chiamarci “antichi mestieri” ci ha detto, basta parlare solo di tradizioni e di passato. Lartigianato è cosa di oggi, sostiene con forza, ha un futuro promettente, soprattutto quando fa un salto mentale e diventa piccola imprenditoria.

 

A.D.S.I. Lazio offre a tutti gli artigiani lopportunità di incontrare Romani, turisti e giovani nei cortili delle dimore che da sempre sono le loro principali committenti. Il rapporto tra dimore e artigiani è strettissimo: è difficile concepirne la manutenzione senza il loro apporto. Sarà una incontro tra “partners” quindi, semplice, essenziale: ogni artigiano disporrà il proprio tavolo da lavoro nel cortile, accanto agli altri.

 

Compito principale di A.D.S.I. Lazio è di creare interesse nella manifestazione, generare curiosità nel pubblico e farlo entrare in gran numero nei cortili. Coinvolgeremo anche le autorità locali, per sensibilizzarle e per evidenziare che ADSI svolge un ruolo attivo nella città. Per la prima volta parteciperanno alcune Ambasciate con palazzi di grande prestigio: già confermati Brasile con palazzo Doria Pamphilj a Piazza Navona; Francia con palazzo Farnese a Piazza Farnese; attendiamo conferma da Spagna a Piazza di Spagna.

Daremo di A.D.S.I. unimmagine sobria, legata alla città, al quartiere, al lavoro. Vi saranno eventi di contorno, piccoli concerti; la mostra fotografica sui portali tratta dal nuovo libro i “12” pubblicato da A.D.S.I.; una mostra fotografica sugli artigiani. Si tratta di una manifestazione di notevole impegno in un periodo dellanno affollato di eventi. Una comunicazione ben gestita è fondamentale.

 

Bastano quindi tre parole per riassumere il ruolo di A.D.S.I. in questo progetto: comunicare, comunicare, comunicare!

 

Filippo Massimo Lancellotti