L’A.D.S.I. Trentino Alto Adige, costituita il 17 marzo 1992 è stata presieduta fino al 1999 da Gian Maria Tabarelli de Fatis e successivamente da Antonia Marzani.
 
Dall’11 novembre 2015 la presidenza di sezione è affidata a Wolfgang von Klebelsberg.
 
La sede regionale ha ospitato l’Assemblea dei Soci a Trento nel 2003.

 

Delle 18 sezioni regionali, l’A.D.S.I. Trentino-Alto Adige è sicuramente una delle più giovani ed è nata sulla spinta dell’allora presidente della Toscana – Niccolò Rosselli Del Turco.

 

Un punto forte della Sezione è sicuramente la creazione del Premio Tesi di Laurea, l’attenzione sull’arredo urbano territoriale sviluppatosi successivamente in vari convegni di settore ed i concerti natalizi.

 

Negli anni – per necessità o per impossibilità a curare la propria dimora -, si è assistito alla vendita di molti edifici storici oppure frazionamenti, non solo nel senso che i palazzi di città sono diventati condomini, ma si è anche arrivati a veder separare una villa dal suo parco o dai suoi rustici. Questo increscioso fenomeno è frutto dell’incultura che purtroppo continua pur mutando pelle a seconda dei tempi.
 
Si può dire che in Trentino i pochi proprietari originari o comunque con qualche secolo alle spalle di beni vincolati, sono tutti soci, salvo rare eccezioni, quindi la ricerca di nuovi associati può proseguire solo o quasi presso i proprietari più recenti. Ben diversa è la situazione in Alto-Adige, dove il senso di appartenenza al territorio ed alla tradizione familiare è molto più forte con conseguente numero di beni storici integri più alto.