L’A.D.S.I. Basilicata, costituita il 20 agosto 2001, è stata fondata da Annibale Berlingieri, che ha ricoperto la carica di primo presidente regionale fino al 2010 momento in cui viene eletto responsabile regionale Francesco Scardaccione.

 

Il 29 ottobre 2016 la presidenza di sezione è affidata a Giulio Cesare Donnaperna.

 

Nel 2004 la sede regionale ha ospitato il Raduno del Gruppo Giovani A.D.S.I., che raggiunse la cifra record di 120 partecipanti i quali ebbero modo di scoprire angoli nascosti e preziosi della regione.

 

L’A.D.S.I. Basilicata sin dalla sua nascita, si è posta come primo obiettivo quello di aiutare e coinvolgere quei pochi proprietari di dimore storiche superstiti, sia rimasti in loco che non, nella convinzione di creare uno “spirito di corpo”.

 

In maniera lampante emerse dunque la necessità di una maggiore sensibilizzazione, non soltanto riguardo al diffuso scoraggiamento dei proprietari, ma anche e soprattutto verso le istituzioni locali; era evidente il bisogno di diffondere una maggiore consapevolezza delle loro potenzialità. Infatti, i proprietari che vivono sul territorio, silenti e preziosi custodi di musei di pietra, – essenziale testimonianza della storia del territorio-, gestiscono i loro immobili per lo più abbandonati a se stessi, abitando di solito in palazzi e masserie con caratteristiche di sobrietà ed essenzialità, tipiche delle condizioni economiche del luogo.

 

I detentori di dimore storiche lucane, vivono solitamente in maniera riservata le loro proprietà, difendendosi quotidianamente dalle problematiche comuni a tutti, con l’aggravante che in alcune sacche della provincia, tali edifici vengono ancora visti come un retaggio – testimonianza di “diseguaglianze sociali” e non per quello che sono, ossia una ricchezza culturale ed economica per chi li possiede e per il territorio. In tale ottica, la sezione sin dalla sua costituzione, ha organizzato varie manifestazioni interagendo sia con gli enti locali che con il pubblico.