“12” portali: Villa De Domo Alberini – Spoleto, Perugia

imm Villa De Domo Alberini

Nel verde di antichi boschi secolari, a pochi chilometri da Spoleto, lungo l’antica via Nursina, circondata da un ampio giardino all’italiana, si trova una villa concepita come luogo di ritrovo e di otium, un tempo, come ricorda Cicerone, residenza del generale Titus Matrinius nel 100 a.C..

 

La villa e il nucleo abitativo circostante si sono ampliati nel corso dei secoli, assumendo nel 1700 la conformazione attuale, grazie, soprattutto, agli interventi commissionati dal patrizio romano Lorenzo De Domo Alberini all’architetto umbro, Francesco Angelo Amodio e alle decorazioni di noti artisti dell’epoca.

 

Un susseguirsi di trompe l’oeil crea un mondo fantastico dove sacro e profano si mescolano, creando un unicum nel ricco repertorio delle residenze di campagne italiane, utile per stupire e meravigliare i numerosi ospiti illustri in visita a Spoleto.

 

Un elegante portale in pietra arricchisce la facciata principale, ma per saperne di più è bene affidarsi alle descrizione storico-artistico di Sabina Carbonara Pompei e a quella affettiva di Lorenzo Pucci Boncambi della Genga.