“12” portali: Palazzo Alliata di Pietratagliata già Termine – Palermo

immgevidpietr

Nel 1473 Antonio Termine, barone di Berribaida, un giurista impegnato nell’amministrazione del Regno, fa costruire, nel cuore della Palermo tardo medievale, un imponente palazzo merlato con alta torre.

 

L’abitazione diviene presto un punto di riferimento per il popolo palermitano; addirittura la presenza delle bandiere che spiccavano sulla torre diede l’attuale nome alla strada: via Bandiera.

 

Dal 1748 ai primi del Novecento si succedono nel possesso del palazzo altre due nobili e prestigiose famiglie, ovvero quella dei Marassi duchi di Pietratagliata che decidono dapprima di restaurarlo e ampliarlo e in seguito, nel 1762, di aggiornarlo stilisticamente secondo la moda del tempo e quella degli Alliata duchi di Pietratagliata, a cui si deve l’intervento di gusto neogotico dei primi decenni del Novecento.

 

Molti stili, quali il Tardo Gotico, il Barocco, il Rococò, il Neoclassicismo e il Neo Gotico, si alternano e si mescolano in questo capolavoro architettonico.

 

Inalterato nel tempo resta invece il portale di accesso in stile tardogotico sapientemente descritto dalla scheda tecnica di Maurizio Vesco e dal ricordo della Signoretta Alliata Licata di Baucina.